Presentazione

Un prezioso fratello…

All’art. 3 del Regolamento dell’Archivio Storico Diocesano, quest’ultimo viene definito punto di riferimento per gli archivi di tutti gli altri Enti ecclesiastici privati e/o pubblici, formalmente eretti o che, di fatto, vivono ed operano all’interno dell’Arcidiocesi di Monreale, potremmo dire un pianeta maggiore circondato da altri preziosi fratelli che, come satelliti, formano lo straordinario universo della memoria della nostra Chiesa diocesana.
Ecco, allora, che da fratello maggiore si è preso l’onore di alzare il sipario e accendere i riflettori su un’altra perla di Monreale, città di archivi e biblioteche: scende in scena infatti, il 23 aprile 2016 alle ore 21, presso il Santuario del SS. Crocifisso, l’Archivio Storico della Collegiata, con un convegno dal titolo Il Miracoloso Santissimo Crocifisso di Monreale. Documenti, immagini, inchiostri d’amore e di misericordia. Il convegno voluto fortemente dalla Confraternita del SS. Crocifisso nella persona del suo Presidente, Valentino Mirto e dal vicedirettore dell’Archivio Storico Diocesano Don Giovanni Vitale con l’archivista Anna Manno, in piena sinergia con il Rettore del Santuario Don Giuseppe Salamone, apre gli appuntamenti religiosi e culturali pensati ed elaborati per il programma dei festeggiamenti annuali. Le antiche carte fotografate con maestria e delicatezza da Massimo Palmigiano rinnovano stupore e sentimenti di schietta commozione. Con la bolla Misericordiae Vultus Papa Francesco, nello scorso 11 aprile 2015, ha indetto il Giubileo straordinario della Misericordia invitandoci, in questo tempo di grazia, a fare esperienza della tenerezza del Padre misericordioso. Questo alto invito trova perfetta consonanza, nel cuore dei Monrealesi, e di altri innumerevoli devoti, con l’annuale festa del 3 Maggio, in onore del SS. Crocifisso.
Entrare nel vano all’interno della torre campanaria della Collegiata, dove è custodito il suo straordinario Archivio storico, è come varcare il sacrario della memoria religiosa e della pietà popolare monrealese, lo scrigno regale che contiene una storia da approfondire e studiare; sensazione questa che si è consolidata nei recenti mesi di studio e di diretto contatto con i pregevolissimi volumi, le filze, i registri e le pergamene del Tabulario. Il valore e la bellezza di un archivio si assaporano quando, dalle silenti carte e dallo studio attento e pazientedei ricercatori, iniziano a riemergere, per essere riconsegnate alla storia e alla memoria comune, proprio quei fatti ed avvenimenti originali che unicamente una “valorosa documentazione di prima mano” può attestare. Solo a questo punto si può ridare luce e certezza storica superando talvolta quei diversi racconti che, lungo i secoli, rincorrendosi e mescolandosi, si sono potuti formare. Diventa dunque doveroso attraverso questa operazione culturale, restituire al popolo monrealese le proprie radici storiche con l’esperienza diretta proprio di quelle antiche scritture patrimonio dell’intera comunità religiosa e civile della città di Monreale.
Al termine del Convegno incentrato sulla grandiosa figura del 30° arcivescovo di Monreale, lo spagnolo mons. Girolamo Venero e Leyva (1620-1628) sarà proiettato un video sull’Archivio dell’Insigne Collegiata e le immagini di alcuni suoi preziosissimi documenti, che saranno esposte su pannelli nella mostra A festa ru me paisi dal 30 aprile al 7 maggio 2016 presso la Chiesa della SS. Trinità al Collegio di Maria di Monreale e dal 9 maggio al 31 maggio presso lo stesso Santuario del SS. Crocifisso.